fbpx
covid 19

Covid 19, come pulire il materasso in tempi di pandemia

Il Covid-19 sta prendendo sempre più piede nel nostro paese, costringendoci a modificare radicalmente le nostre abitudini. Le norme comuni di igiene, però, possono aiutarci a prevenire la diffusione del contagio, partendo proprio dal materasso. Andiamo a scoprire come pulirlo per evitare rischi.

Covid-19 e materassi

Da ormai alcuni mesi, l’Italia ed il mondo in generale sta fronteggiando l’emergenza Covid-19. Pulire e sanificare le nostre abitazioni durante questo periodo di quarantena forzata è fondamentale, in quanto la massima igiene, sia personale che delle nostre case, aiuta senza dubbio ad impedire o limitare la diffusione del contagio.

Per ciò che riguarda la camera dal letto, gli esperti consigliano di cambiare le lenzuola almeno una volta alla settimana. Anche i capelli sono veicolo di sporco, quindi è fondamentale avere sempre una buona igiene personale. Le lenzuola dovrebbero essere lavate con un detersivo igienizzante o con additivi che, appunto, eliminano germi e batteri. Questi hanno la facoltà di essere attivi anche alle basse temperature di lavaggio. Se i tessuti lo consentono, in ogni caso, si possono lavare anche a 40° o 60°C, per una maggiore igiene.

Una buona igiene deve passare anche dal materasso, che dovrebbe essere sempre ben areato. Ogni volta che cambiamo le lenzuola, quindi, dobbiamo ricordare di fare arieggiare il nostro materasso, magari scuotendolo dalla polvere e mettendolo un po’ al sole. Il materasso è, da sempre, un terreno fertile per gli acari della polvere, ma anche per germi e batteri che normalmente vivono sulla nostra pelle. È buona regola lavare frequentemente il coprimaterasso, magari ogni 15 giorni e ad una temperatura non inferiore ai 60°.

Tra i principali alleati naturali nella pulizia del materasso troviamo anche il bicarbonato, da cospargere in maniera uniforme su tutta la superficie e lasciar agire per diverse ore. Ciò permetterà non solo di igienizzarlo, ma anche di eliminare cattivi odori. Concludiamo citando il vapore, che va calibrato al meglio per una perfetta disinfezione, evitando che la superficie trattata resti umida facendola asciugare al sole.

Trascorriamo circa un terzo della nostra vita a letto, quindi mettere in pratica gli accorgimenti consigliati dal Ministero della Salute è fondamentale per non rendere il nostro angolo di relax uno dei principali veicoli di trasmissione del virus.

Torna su